Maggio 18th, 2022

QUINDICESIMA STAGIONE 2022

DIARIO TREVIGIANO

A cura di Franco Piol 

 

 

tecuceanu-c.jpg

CATALIN TECUCEANU SUI 400m

47”05: È PRIMATO TREVIGIANO!

 

Nel prestigioso meeting internazionale di Savona in una straordinaria puntata sui 400m di Catalin Tecuceanu ha sparato un tempo di buon spessore per un valente ottocentista quale lui è: 47”05 ed è subito primato trevigiano (il precedente con 47”65 apparteneva a Jacopo Lahbi che lo aveva realizzato a Bassano del Grappa il 28 settembre del 2014).

Nella stessa riunione Eleonora Vandi, moglianese di adozione, nella gara degli 800m è giunta settima con l’ottimo tempo di 2’02”97.

 

 

………………………………………………………………………………………..

 martini.jpg

A PADOVA NEL CDS REGIONALE ASSOLUTO

Fiondata nel giavellotto a 52.47 di Margherita Rampazzo e nuovo primato trevigiano!

randazzo.jpg

LA MORETTON 4’25”04 – LA MARINI 13”85

TONELLA 21”83 – FELETTO 2.03 - PERIN 47.31

 lazzaro.jpg

La nuova stagione va carburandosi e i primi buoni frutti allietano la pista. Di buon livello il nuovo primato trevigiano nel giavellotto di Margherita Randazzo, 52.47 (la promessa trevigiana si è migliorata di oltre cinque metri in un colpo solo, superando il precedente 46.87 di Gloria Pavan – Vicenza 19 gennaio 2019).

Avvicinamento ai limiti personali per le velociste Samantha Zago (12”43), Rebecca Agbortabi (25”26) e Elena Marini (hs 13”85). Netti miglioramenti per la Gaspa (800m in 2’13”40) e per la Moretton (1500m in 4’25”04). Eleonora Filippetto fatica ancora nel lungo (5.71).

Nel settore maschile 200m. “mosci” per Loris Tonella (21”83), benissimo invece Marco Martini (a Nembro esordio sui 100m. in 10”64) da noi 100m. “ni” con Nicola Martorel (11”09 a Pordenone), Nicolò Ferrario (11”27) e Davide Volpato (11”30); in rimonta Angelo Antonello (400m. in 49”29), i nostri mezzofondisti Giovanni Lazzaro (1’49”94/3’57”53), Leonardo Feletto (3’56”12), Davide Bedini e Marco Andreola; di Riccardo Ganz (splendido) ne parliamo a parte; in ripresa Tiziano Feletto nell’alto (2.03); bella sortita nei lanci di Matteo Perin (47.31 nel disco da 2 kg.)e nei progressi col peso di Antonio Maset (14”28) e di Enrico Busato (14.15).

 

 

………………………………………………………………………………………..

 padova_riccardo-ganz-nei-400-ostacoli_b.jpg

GANZ, È GIÀ LASCIAPASSARE PER I MONDIALI   

 

L’atleta del Team Treviso corre i 400 ostacoli a Padova in 52”45, realizzando lo standard di partecipazione per la rassegna iridata under 20 che si terrà dall’1 al 6 agosto a Cali  

 

(16.05.22) Riccardo Ganz va di fretta, tanto di fretta che, alla prima uscita dell’anno sui 400 ostacoli, ha già realizzato lo standard di partecipazione per i Mondiali under 20 che si terranno dall’1 al 6 agosto a Cali, in Colombia.

 

E’ successo ieri – domenica 15 maggio – allo stadio Colbachini di Padova, nella seconda giornata della fase regionale dei campionati italiani assoluti di società. Ganz ha corso in 52”45, togliendo 47/100 al record personale e regalando alla sua società, il Team Treviso, una prestazione tutto sommato inattesa, visto che la stagione è solo agli inizi e durante l’inverno Riccardo ha dovuto superare alcuni problemi fisici.   

 

Prima della gara padovana, l’allievo del tecnico Fabio Ceccato aveva un record personale di 52”92, siglato a luglio del 2021, a Tallinn, nella semifinale dei Campionati Europei under 20. Ora il nuovo record lo proietta in un’altra dimensione, anche questa colorata d’azzurro: da Tallinn a Cali, nel segno della continuità.

 

Il weekend dei campionati di società ha regalato diverse soddisfazioni al Team Treviso. Al maschile, dove la squadra insegue la conferma nella finale Bronzo, va segnalato anche il doppio podio dello junior Matteo Perin, secondo nel disco con 47.31 (quasi 2 metri di miglioramento con l’attrezzo da 2 kg) e terzo nel peso con 14.20. Un altro junior, Nicholas Longo, è giunto quarto nel lungo (6.74, vento 0.0). Quarta anche la 4×100 composta da Nicolò Ferrario, Davide Volpato, Ganz e Luigi Wanke Akamangwa (43”17).

 

In campo femminile, seconde piazze per Elena Marini nei 100 ostacoli (13”85, -0.7) e l’under 23 Adele Toniutto nel giavellotto (44.10). Ai piedi del podio, invece, Elena Bosco nel peso (11.29), Alessia Pivato nel disco (42.21) e la 4×100 formata da Erica Pavan, Elena Marini, Elisa Maria Menegotto ed Eleonora Filippetto (47”71).

 

Nella classifica regionale di società, a chiusura del weekend di gare, il Team Treviso è quarto con la squadra femminile e quinto con quella maschile: la rincorsa alle finali tricolori di metà settembre, prosegue.       

 

In allegato, foto di Riccardo Ganz in azione a Padova (credito Atleticamente)   

 

………………………………………………………………………………

SCARDANZAN 4.30

281991554_5532156306803688_1137161444726450034_n.jpg

Virginia Scardanzan vince la gara di salto con l’asta con il suo primato stagionale di 4.30, fallendo poi l’attacco a 4.41, che sarebbe stato il suo primato personale. Il 4.30 è comunque la sua seconda prestazione personale di sempre dopo il 4.35 stabilito esattamente un anno fa sulla stessa pedana.

 

 

 

……………………………………………………………………………………………………

 

PROVINCIALI CADETTI, TREVISATLETICA FA DOPPIETTA

GRAN RECORD DELLA CALZOLARI: 11”2 NEGLI 80 OSTACOLI

 

Il club del capoluogo primeggia in entrambe le classifiche di società, precedendo Vittorio Atletica. Isabella migliora il record regionale di categoria sulla barriere alte che resisteva dal 2015

 

Treviso, 16 maggio 2022 – Doppio acuto di Trevisatletica nel campionato provinciale cadetti di società su pista, andato in scena nel weekend, a Montebelluna (sabato 14 maggio) e Pederobba (domenica 15 maggio), con la partecipazione di 650 atleti in rappresentanza di 19 club. Il sodalizio del capoluogo si è imposto sia nella classifica maschile che in quella femminile, precedendo in entrambi i casi Vittorio Atletica. Bronzo maschile per Atl-Etica San Vendemiano e femminile per l’Atletica Silca Conegliano. Tra i risultati individuali spicca l’11”2 manuale realizzato da Isabella Calzolari (Trevisatletica) negli 80 ostacoli, nuovo record regionale di categoria (cancellato l’11”56 elettrico della bellunese Noemy Petagna che resisteva dal 2015). Applausi anche per la compagna di squadra Anita Nalesso, arrivata a 13.07 nel peso, non lontana (9 centimetri) dal 13.16 con cui nel 2021 ha vinto il titolo italiano di categoria (quest’anno ha poi lanciato a 13.19 indoor). Gran progresso per Ishmael Awah (Vittorio Atletica), vittoriese d’origine camerunese, che ha saltato 1.84 in alto, migliorandosi di 12 centimetri in un colpo solo. Record personale anche per Sofia Benedetta Piovesan (Atl. Ponzano) nel giavellotto (35.97). Gran conferma, infine, per Lucia Mazzer (Silca Conegliano), autrice di un bel 1.60 nell’alto.     

 

RISULTATI. 1^ GIORNATA. MONTEBELLUNA. Cadetti. 80: 1. Filippo Bordin (Atl. Montebelluna) 9”3. 1000: 1. Tommaso Marchiori (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 2’42”1. 1200 siepi: 1. Andrea Pol (Vittorio Atletica) 4’07”4. 300 ostacoli: 1. Marco Possamai (Vittorio Atletica) 42”2. Alto: 1. Ishmael Awah (Vittorio Atletica) 1.84. Asta: 1. Elia Dall’Antonia (Atl-Etica San Vendemiano) 2.60. Triplo: 1. Matteo Guizzo (Trevisatletica) 11.43. Peso: 1. Tommaso Cesca (Vittorio Atletica) 10.60. Martello: 1. Tommaso Cesca (Vittorio Atletica) 36.24. Giavellotto: 1. Andrea De Savi (Vittorio Atletica) 40.05.

Marcia (5000 m): 1. Paolo Sozza (Atl. Ponzano) 31’17”9. 

 

Cadette. 80: 1. Federica Poser (Vittorio Atletica) 10”3. 1000: 1. Arianna Serafin (Atl. S. Biagio) 3’20”8. 1200 siepi: 1. Carolina Di Napoli (Atl. Mogliano) 4’32”6. 300 ostacoli: 1. Sofia Zambon (Atl. Villorba) 48”0. Asta: 1. Martina Ruggio (Vittorio Atletica) 2.70. Lungo: 1. Silvia Gatto (Atl. Valdobbiadene) 4.97. Disco: 1. Anita Nalesso (Trevisatletica) 26.47. Martello: 1. Valeria Franco (Vittorio Atletica) 32.30. Marcia (3000 m): 1. Arianna Serra (Atl. Ponzano) 19’29”6. 

 

2^ GIORNATA. PEDEROBBA. Cadetti. 300: 1. Filippo Bordin (Atl. Montebelluna) 37”0, 2. Tommaso Marchiori (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 37”2. 2000: 1. Fabio Kleiss (Atl. Mogliano) 6’21”8. 100 hs: 1. Jacopo Cinquegrani (Trevisatletica) 14”4. Lungo: 1. Ishmael Awah (Vittorio Atletica) 5.92. Disco: 1. Matteo Stival (Atl-Etica San Vendemiano) 21.44. 4×100: 1. Trevisatletica (Scalco, Navarra, Favaretto, Guizzo) 46”8. 

 

Cadette. 300: 1. Gioia Genovese (Trevisatletica) 44”0. 2000: 1. Chiara Padoin (Eurovo Atl. Pieve di Soligo) 7’19”4. 80 hs: 1. Isabella Calzolari (Trevisatletica) 11”2. Alto: 1. Lucia Mazzer (Silca Conegliano) 1.60. Triplo: 1. Eleonora Fornasier (Atl. Villorba) 9.91. Peso: 1. Anita Nalesso (Trevisatletica) 13.07. Giavellotto: 1. Sofia Benedetta Piovesan (Atl. Ponzano) 35.97.  4×100: 1. Trevisatletica (Nalesso, I. Calzolari, M. Calzolari, Genovese) 51”4. 

 

CLASSIFICA PROVINCIALE DI SOCIETÀ. Cadetti: 1. Trevisatletica 11.420 punti, 2. Vittorio Atletica 10.785, 3. Atl-Etica San Vendemiano 9.537. Cadette: 1. Trevisatletica 12.535 punti, 2. Vittorio Atletica 10.669, 3. Atl. Silca Conegliano 9.731.

 

Nelle foto allegate: i ragazzi di Trevisatletica vincitori dei titoli provinciali cadetti e cadette e Ishmael Awah (Vittorio Atletica) salito a 1.84 nell’alto. 

 

RISULTATI

281669918_4825366410924095_4203246307250110142_n.jpg

 281983730_4825366407590762_2403642561606361165_n.jpg

 

 

 

 

…………………………………………………..

…………………………………………………..

 

Maggio 12th, 2022

QUINDICESIMA STAGIONE 2022

DIARIO TREVIGIANO

A cura di Franco Piol 

 

maglionre-siepi.jpg

CDS ALLIEVI NEL SEGNO DI VICENTINA E TREVISATLETICA

Maglione  7’23”07 Zuccon 14”48 Buso 1’04”89 Pongiluppi 37.98 Tomè 6.80

 

Atletica Vicentina e Trevisatletica hanno realizzato i migliori punteggi nella fase regionale dei campionati italiani allievi di società, andata in scena nel weekend allo stadio Consolini di Verona. L’Atletica Vicentina ha primeggiato in campo maschile, ottenendo 9192 punti. Argento per Trevisatletica (8304) e bronzo per il Gs Fiamme Oro Padova (8100). Il club trevigiano si è invece imposto in campo femminile (8655 punti), precedendo in volata i padroni di casa dell’Atletica Verona Asd Pindemonte (8627) e l’Assindusria Sport (8582). Il weekend di gare ha offerto il record regionale di Alex Lazzaretto (Atl. Vicentina) nel martello: 66.77, oltre tre metri in più rispetto al vecchio primato detenuto dal veneziano Omar Venuda (63.31 nel 2013). Sempre nei lanci, bene anche Andrea Crestani (Atl. Vicentina) che ha ottenuto 17.46 nel peso. In campo femminile applausi per Laura Franceschi (Assindustria Sport) nei 100 (12”03), Martina Agostini nei 100 ostacoli (14”23), Elisa Maglione (Atl. Ponzano) nei 2000 siepi (7’23”07) e Keren Mbongo nel martello (55.72). I risultati della fase regionale di Verona potranno essere migliorati sino al 10 luglio. Finali il 24 e 25 settembre, con serie B Nordest a Vittorio Veneto.

RISULTATI. 1^ GIORNATA. ALLIEVI. 100 (-0.6): 1. Filippo Padovan (Atl. Vicentina) 11”06. 400: 1. Pietro Aly Belfadel (Atl. Biotekna) 49”99. 1500: 1. Alberto Pomini (Fondazione M. Bentegodi) 4’14”69. 2000 siepi: 1. Stefano Menegale (Atl. Silca Conegliano) 6’19”23. 110 hs (-0.7): 1. Giovanni Zuccon (Trevisatletica) 14”48. 4×100: 1. Atl. Vicentina (Bertoldo, Fiorese, Orumwense, Padovan) 43”76.  Asta: 1. Lorenzo Schiavon (Assindustria Sport) 4.40. Triplo: 1. Giordano Lucietto (Atl. Vis Abano) 13.44 (+1.1).  Disco: 1. Pietro Dal Soglio (Atl. Vicentina) 50.03. Giavellotto: 1. Pietro Calanchi (Atl. Verona Asd Pindemonte) 56.01. GARE EXTRA. JUNIORES. 110 hs (-0.9): 1. Manuel Bresolin (Trevisatletica) 15”09.  Peso: 1. Alice Moret (Trevisatletica) 10.15.

ALLIEVE. 100 (+0.9): 1. Laura Franceschi (Assindustria Sport) 12”03, 2. Daphne Cordioli (Atl. Insieme Verona) 12”21.  400: 1. Rebecca Agbortabi (Trevisatletica) 59”14. 1500: 1. Caterina Zorzi (Trevisatletica) 5’03”35. 2000 siepi: 1. Elisa Maglione (Atl. Ponzano) 7’23”07.  100 hs (-0.1): 1. Martina Agostini (Assindustria Sport) 14”23. Alto: 1. Giulia Gottardi (Atl. Verona Asd Pindemonte) 1.66. Triplo: 1. Chiara Dal Maso (Atl. Schio) 11.30 (+1.3).  Peso: 1. Sara M. Bernardinello (Atl. Vicentina) 11.99. Martello: 1. Keren Mbongo (Assindustria Sport) 55.72. 4×100: 1. Assindustria Sport (Massarotto, S. Agostini, M. Agostini, Franceschi) 49”34, 2. Atl. Verona Asd Pindemonte (Capitanio, Bonanni, Montresor, Nardi) 49”58.   GARE EXTRA. JUNIORES. 100 hs (-0.9): 1. Elena Nessenzia (Atl. Riviera del Brenta) 14”35. Martello: 1. Luisa Franchin (Fiamme Oro Padova) 43.32.

2^ GIORNATA. ALLIEVI. 200 (-1.3): 1. Giovanni Zuccon (Trevisatletica) 23”04. 800: 1. Giovanni Lops (Atl-Etica San Vendemiano) 1’57”61.  3000: 1. Matteo Salviati (Fiamme Oro Padova) 9’08”85. 400 hs: 1. Giulio Vanarelli (G.A. Bassano) 56”52. Alto: 1. Filippo Rodeghiero (Assindustria Sport) 1.94. Lungo: 1. Riccardo Tomè (Atl-Etica San Vendemiano) 6.80 (+1.3).  Peso: 1. Andrea Crestani (Atl. Vicentina) 17.46. Martello: 1. Alex Lazzaretto (Atl. Vicentina) 66.77. Marcia (5000 m): 1. Francesco Piovesan (Atl. Ponzano) 28’34”13. 4×400: 1. Trevisatletica (Azzolina, De Filippo, Ronzani, Bisetto) 3’30”92. GARE EXTRA. JUNIORES. Peso: 1. Antonio Maset (Trevisatletica) 15.75, 2. Enrico Busato (Atl. San Biagio) 15.59.  Martello: 1. Enrico Gazzato (G.A. Aristide Coin Venezia 1949) 52.33.

ALLIEVE. 200 (-0.7): 1. Maddalena Nardi (Atl. Verona Asd Pindemonte) 25”29, 2. Rebecca Agbortabi (Trevisatletica) 25”31 (-0.6). 800: 1. Melania Rebuli (Atl. Silca Conegliano) 2’17”323000: 1. Marta Avesani (Atl. Verona Asd Pindemonte) 11’05”37. 400 hs: 1. Beatrice Buso (Trevisatletica) 1’04”89Asta: 1. Giulia Busatta (Fiamme Oro Padova) 3.46. Lungo: 1. Laura Franceschi (Assindustria Sport) 5.57 (+0.7). Disco: 1. Aurora Pongiluppi (Trevisatletica) 37.98.  Giavellotto: 1. Anna Raimondi (G.A. Aristide Coin Venezia 1949) 41.33. Marcia (5000 m): 1. Giulia Lucentini (Atl. Vicentina) 27’34”11.  4×400: 1. Atl. Verona Asd Pindemonte (Capitanio, Bonanni, Nardi, Montresor) 4’05”46.

 RISULTATI

(Foto Atleticamente)

 

…………………………………………………..

MASTER – VICENTINA E INSIEME VERONA TRIONFANO A SAN BIAGIO

AGOSTINETTO Katia  400 SF50 - 1.03.53 m.p.r.

 agostinetto.jpg

Rosa Marchi 10 Maggio 2022,

 (a cura della Redazione Master)  Il 7 e 8 maggio si è disputata a S. Biagio di Callalta (TV) - organizzata egregiamente dalla locale società - la prova regionale del CdS master, che quest’anno ospitava anche l’analogo appuntamento per il Friuli Venezia Giulia, circostanza che ha alzato il livello della manifestazione sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.
Quasi 700 atleti/gara presenti, dai 35 agli 83 anni, con l’obiettivo comune di portare più punti possibili alla propria società, in base alle tabelle che assegnano il punteggio in base alla fascia di età dell’atleta e la sua prestazione.
La prova regionale era tappa obbligatoria per la corsa allo scudetto che verrà assegnato alla finale nazionale di Modena, in programma il 10 e 11 settembre. Le  società che si sono classificate alla Prova Regionale potranno, fino al 17 luglio, migliorare e integrare i punteggi acquisiti. Tuttavia già si sono messe in luce le formazioni tradizionalmente più quotate, impegnate a fondo per esprimere appieno la solidità di squadra. 

ATLETICA MASTER TRIESTE E LA MPI 4X400 SM60
Grande dimostrazione in questo senso ha offerto, in campo maschile, Atletica Master Trieste, giunta nell’impianto trevigiano con un organico di prim’ordine e che si propone per un piazzamento di rilievo in campo nazionale, collezionando 10.831 punti. Emblematica la grande prestazione della 4×400 SM60 (R.Roberti - M.Prosch - M.Ceola - S.Ruzzier) che con 4:09.46 ha migliorato di oltre tre secondi la m.p.i. del 2018 che apparteneva alla Road Runners MI (Mazzucchelli - Mauri - Del Rio - Prina). Sottolineiamo la presenza nel quartetto del vicentino Maurizio Ceola, come anche la sua prova del giorno precedente, quando ha realizzato con 12.61 (-1.3) la migliore prestazione veneta, registrata nel nostro archivio in una sezione separata, in quanto ottenuta come atleta veneto tesserato fuori regione: ha limato di ulteriori 6 centesimi il 12.67 (+1.1) ottenuto una quindicina di giorni fa a Salò.

  LE SOCIETA’ VENETE
Sul gradino più alto del  podio  delle società venete, è salita la formazione maschile dell’Atl. Vicentina (9.839 punti), seguita dalla  Virtus Este (8.668 p.) e dalla Biotekna (8.448 p.), formazioni che potranno migliorare qualche prestazione individuale a supporto del punteggio di squadra. In ogni caso, nelle classifiche sotto riportate, sono presentati tutti i team che hanno soddisfatto l’obbligatorietà di almeno una staffetta e che, con le gare a venire, sono potenzialmente in grado di implementare la propria classifica e/o giungere alla copertura delle 13 specialità.

Analoghi discorsi in campo femminile con la società veronese dell’Atl. Insieme Verona, guidata da Daniele Aloe, che conferma la propria superiorità e che, con 10.173 punti, è già proiettata alla finale nazionale. Buone prove di squadra anche per la veronese Team KM Sport (8.647 p.) e Riviera del Brenta (8.509 p.), presentatesi a ranghi completi, mentre l’Atl. Vicentina potrà risalire parecchio con il completamento delle fatidiche 13 prove.

MIGLIORI PRESTAZIONI VENETE DI CATEGORIA
Valutando le prestazioni dal punto di vista individuale, sono state 4 le migliori prestazioni regionali (mpr) conseguite. Su tutte in evidenza Katia Agostinetto (SF50-Atletica Vicentina), che a 51 anni continua a migliorarsi. E se lo scorso anno ha abbattuto il muro dei 65 secondi sui 400 metri quest’anno è scesa sotto i 64, correndo, in scarpe da riposo, in 1:03.53! (prec. Y. Clant 1:04.02 del 2019).
Il fatto che si stia gareggiando per i CdS stimola - per ottenere maggiori punteggi - la formazione di staffette che garantiscano un buon riscontro puntando su un vantaggioso rapporto di prestazione rispetto all’età. E’ il caso della 4×100 SM70 dell’Atl. Vicentina (C.Pansini - B.Grosso - G.Giacomazzi - S.Capozzi) 1:02.30 che migliora se stessa: prec.1:04.19 Atl. Vicentina (G.Giacomazzi - P.Rizzato - R.Lievore - C.Pansini) del 2018.

Ben rodata ai campionati di staffette ad Abano la 4×100 SF55 dell’Atletica Riviera del Brenta (E. Callegari - V.Maso - I.Sartori - A. Maso) che con il tempo di 59.62 supera il precedente 1:00.07 dell’Expandia Atl. Insieme (F.Maurizio - R.Marchi - M.Tavoso - M.Giusti) del 2017.

La necessità di coprire il maggior numero di specialità nel CdS ha spinto all’esordio nella specialità della marcia 3.000 SF65 la veronese Maria Luigia Quintarelli (Team KM Sport VR) 22:44.73, che costituisce il quarto primato regionale.

  MIGLIORI PUNTEGGI
Come noto, per i master il punteggio della prestazione viene assegnato in base alla  fascia d’età dell’atleta. Elenchiamo quindi le prestazioni che a San Biagio hanno superato i 900 punti, dando il maggior risalto a quelle sopra i 1000. Dopo aver già citato la prestazione di Katia Agostinetto autrice della mpr sui 400, occorre sottolineare gli interessanti punteggi delle portacolori dell‘Atl. Brugnera: la marciatrice Elena Cinca, che vanta un invidiabile palmares di titoli mondiali ed europei, e l’ostacolista Serena Caravelli, già messasi in luce quest’anno nelle gare indoor con la m.p.i. dei 60hs e dei 200.

 Nel settore maschile sfiora la soglia dei 1000 punti il veronese Enrico Olivo realizzando al passaggio di categoria una delle sue migliori prestazioni degli ultimi anni.

1.108 p: CINCA Elena (Atl. Brugnera PN Friulintagli) Marcia 3 km SF50 - 16:05.88
1.078 p: AGOSTINETTO Katia  (Atl. Vicentina)  400 SF50 - 1.03.53 m.p.r.
1.000 p
: CARAVELLI Serena (Atl. Brugnera PN Friulintagli) 200 hs SF40 - 29.72
998 p: OLIVO Enrico (Atl. Insieme Verona) Marcia 3 km SM65 - 16:42.41
969 p: SATTIN Cristina  (Atl. Dolomiti Belluno) 100 SF55 - 14.52 (-1.1)
966 p: PASCON Paola Lorena (Atl. San Biagio) 400 SF50 - 1.06.82
962 p: GOLDSMITH Sally (Atl. Insieme Verona) 3.000 SF60 - 12:46.36
955 p: COMISSO Elisa (Vittorio Atletica TV) 3.000 SF45 - 10:31.43
948 p: MUNARI Giampaolo (Atletica Master Trieste) Peso SM65 - 11.38
948 p: CENTOFANTE Giorgio (Riviera del Brenta VE) 1500 SM60 - 4:49.47
946 p: GRASSELLI Bruna (Atl. Vicentina) Peso  SF65 - 7.97
943 p: CEOLA Maurizio (Atletica Master Trieste) 100 SM60 - 12.61 (-1.3)
932 p: COMISSO Elisa (Vittorio Atletica) 1.500 SF45 - 4:59.82
929 p: SANGERMANO Maria Giuseppina (Ad Maiora Trieste)  200 SF75 - 18.14 (-1.1)
927 p: CASTELLINI Stefano (Riviera del Brenta VE) 200 SM50 - 24.90 (-0.5)
923 p: PRANOVI Marco (Riviera del Brenta VE) 1500 SM55 - 4:40.15
918 p: RAMPAZZO Federico (Assindustria Sport PD) Peso SM55 - 12.66
913 p: MANFRIN Marta (Team KM Sport VR) 200 SF45 - 27.98 (-0.8)
913 p: MASO Antonella (Riviera del Brenta VE) 200 SF55 - 31.28 (-0.8)
912 p: PROSCH Marino (Atletica Master Trieste) 1500 SM60 - 4:53.29
911 p: MASO Antonella (Riviera del Brenta VE)  400 SF55  - 1:11.84
910 p: CESCON Giampaolo (Atletica Ponzano TV) 200 SM60 - 26.83 (-0.5)
909 p: SAPONARO Giuseppe (Atl. Brugnera PN Friulintagli) Marcia 3 km SM50 - 15:12.28
908 p: RIVIERA DEL BRENTA VE (Callegari-V.Maso-Sartori-A.Maso) 4×100 SF55 - 59.62 m.p.r.
903 p: LENA Alessandra (Atl. Brugnera PN Friulintagli) 1.500 SF50 - 5:23.79
903 p: SILVELLO Vittorio (Galliera Veneta PD) Giavellotto SM65 - 38.72

SOCIETA’ CLASSIFICATE ALLA PROVA REGIONALE
DONNE
1) ATL. INSIEME VERONA 10.173 p. (13 gare)
2) A.S.D. TEAM KM SPORT VR 8.647 p. (13 gare)
3) ATLETICA RIVIERA DEL BRENTA VE 8.509 p. (13 gare)
4) ATL.VICENTINA 8.294 p. (11 gare)
5) TRIESTE ATLETICA 6.281 p. (10 gare)
6) ATLETICA AVIANO PN 4.590 p. (8 gare)

UOMINI
1) ATL. MASTER TRIESTE 10.821 p. (13 gare)
2) ATL. VICENTINA 9.839 p. (13 gare)
3) VIRTUS ESTE PD 8.668 p. (13 gare)
4) ATLETICA BIOTEKNA VE 8.447 p. (13 gare)
5) ATLETICA GALLIERA VENETA PD 8.023 p.  (13 gare)
6) TEAM KM SPORT VR 7.930 p. (13 gare)
7) ATLETICA EDILMARKET SANDRIN 7.707 p. (13 gare)
8) ATLETICA SAN BIAGIO TV 7.294 p. (13 gare)
9) TRIESTE ATLETICA 7.099 p. (13 gare)
10) ATL. INSIEME VERONA 6.367 p. (12 gare)
11) G. P. LIVENZA SACILE PN 4.914 p.  (12 gare)
12) ASS. DILETT. GRUMOLO VI 3.003 (9 gare)
13) ATLETICA RIVIERA DEL BRENTA VE 5.950 p. (8 gare)
14) ATLETICA 2000 UD  3.313 p.  (7 gare)

 CIRCUITO STADION 192
Le due giornate di gara valevano come tappe regionali del Circuito Stadion 192, circuito interregionale promosso dal Comitato Fidal Puglia che ha debuttato nella nostra regione lo scorso anno e che è stato riproposto anche nel 2022, con l’adesione, oltre a Puglia e Veneto, anche di Lombardia, Toscana, Sardegna e Sicilia. Regolamento e modalità sono rimaste pressoché inalterate ma con molte più occasioni di gareggiare: in questa occasione, dopo varie manifestazioni in cui erano inserite solo una o due specialità come gare di contorno, è stato presentato il programma completo. Le tappe successive possono essere consultate al seguente link, che rimanda a tutte le notizie relative all’iniziativa e offre gli aggiornamenti delle gare man mano che verranno definite.

RISULTATI COMPLETI

PHOTOGALLERY
SABATO   -   DOMENICA   (by Eduard Ardelean - Atl-Eticamente per Fidalveneto)
PODI E DINTORNI…  (by Rosa Marchi)

Articolo redatto da Sandro Sandri e Rosa Marchi - Redazione Master.

Nelle foto: Katia Agostinetto - (foto Eduard Ardelean - Atl-Eticamente) 

 

…………………………………………………..

LUDI DEL BO A PADOVA

Tonella 10”75 Feletto 8’26”01 e Peccolo 13.60

 tonella-e-montanari.jpg

Il giavellottista Roberto Bertolini (Gs Fiamme Oro) inizia la stagione con un 70.60 ai Ludi del Bo, tradizionale rassegna su pista d’inizio stagione, abbinata al memorial Alberto Pettinella, che ieri, allo stadio Colbachini di Padova, ha anche assegnato i titoli regionali universitari. In un pomeriggio disturbato dal maltempo, che ha determinato l’annullamento di due gare (alto maschile e giavellotto femminile), si sono messi in luce anche diversi giovani. L’allievo Kevin Lodi (G.A. Bassano) si è imposto negli 800 in 1’53”74, limando oltre un secondo al personale. Lo junior Loris Tonella (Atl. Biotekna) ha corso i 100 in 10”75 (+1.5), arrivando a 3/100 dal suo record. Migliori prestazioni di sempre per i coetanei Luca Ostanello (Asd Bunker Sport) e Giovanni Lazzaro (Assindustria Sport) nei 400: il primo ha eguagliato il personale, correndo in 48”98, il secondo – azzurrino degli 800 - si è migliorato di 70/100, fermando il cronometro a 48”99. Al femminile, applausi per l’under 23 Alice Muraro (Atl. Vicentina) arrivata a 54/100 dal personale nei 400 ostacoli (57”91) e per la slovena Marusa Mismas Zrimsek, finalista all’Olimpiade di Tokyo nei 3000 siepi, che ha dominato i 3000 in 9’17”58.

RISULTATI. UOMINI. 100 (+1.5): 1. Loris Tonella (Atl. Biotekna) 10”75400: 1. Luca Ostanello (Asd Bunker Sport) 48”98, 2. Giovanni Lazzaro (Assindustria Sport) 48”99800: 1. Kevin Lodi (G.A. Bassano) 1’53”74. 3000: 1. Leonardo Feletto (Atl. Mogliano) 8’26”01400 ostacoli: 1. Giulio Lutterotti (Us Quercia Trentingrana) 52”23, 2. Luca Ostanello (Asd Bunker Sport) 52”57.  Lungo: 1. Leonardo Beretta (Assindustria Pd) 6.70 (-0.3). Peso: 1. Lorenzo Peccolo (Atl. Ponzano) 13.60Giavellotto: 1. Roberto Bertolini (Fiamme Oro) 70.60, 2. Lorenzo Bertocchi (Pro Sesto Atl.) 60.30, 3. Kristian Lazzaretto (Atl. Vicentina) 59.96. 

 

DONNE. 100 (-0.5): 1. Anita Horvat (SLO) 12”20, 2. Elisa Visentin (Atl. Biotekna) 12”32. 400: 1. Matilde Morin (Cus Padova) 56”81, 2. Arianna Siviero (Ass. Atl. Nevi) 56”99, 3. Leila Cattani (Atl. Vicentina) 57”98. 800: 1. Sofia Giobelli (Atl. BS ’50 Metallurg. San Marco) 2’09”43. 3000: 1. Marusa Mismas Zrimsek (SLO) 9’17”58, 2. Laura Dalla Montà (Assindustria Sport) 9’46”33, 3. Ilaria Bruno (Atl. Brugnera PN Friulintagli) 9’47”95, 4. Agnese Carcano (Atl. Verona Asd Pindemonte) 9’52”40. 400 ostacoli: 1. Alice Muraro (Atl. Vicentina) 57”91, 2. Alessia Seramondi (Atl. BS ’50 Metallurg. San Marco) 1’00”93. Alto: 1. Giulia De Marchi (Atl. Vicentina) 1.74. Lungo: 1. Anna Costella (Atl. Brugnera PN Friulintagli) 5.52 (-1.6). Peso: 1. Alice Lunardon (Atl. Riviera del Brenta) 10.96. 

RISULTATI COMPLETI

 

……………………………………………………

D’AGOSTINO E TRENTIN SEMPRE IN GRANDE EVIDENZA

 trentin-5000m-22.jpg

Rosa Marchi  

(A cura di Redazione master).

Weekend di grande significato per l’atletica master veneta. I protagonisti sono atleti già molto noti nel nostro ambito, ma con piacere riportiamo ancora una volta le notizie delle loro prestazioni di indubbio rilievo, citandoli in ordine alfabetico per non far torto a nessuno: Francesco D’Agostino e Virginio Trentin, rispettivamente autore della m.p.i. sugli 800 SM55 outdoor e campione italiano di mezza maratona SM65.

Di Francesco D’Agostino (Atl. Insieme VR) avevamo già descritto le imprese indoor ai campionati europei con relativo primato mondiale sugli 800. All’apertura della stagione all’aperto aveva già fatto vedere cose egregie polverizzando il limite italiano sulla distanza spuria dei 600m. Domenica 24 aprile in un meeting lombardo a Chiari (BS) ha corso gli 800m in 2:06.39, migliorando sensibilmente il 2:08.21 di un altro “grande” della specialità - Giuseppe Ugolini - che lo aveva stabilito nel 2018. Il tempo è pressoché identico al 2:06.41 degli Europei di Braga, ammesso che siano paragonabili prestazioni indoor e all’aperto, e fa ben sperare per il prosieguo della stagione, per ora solo all’inizio.

Virginio Trentin (Atl. S. Biagio) conquista l’ennesimo titolo italiano sulle lunghe distanze cogliendo il primo posto di categoria SM65 alla maratonina denominata Conero Running a Numana nei pressi di Ancona, con l’importante riscontro cronometrico di 1h23’08”. L’anno scorso, a causa della pandemia che aveva costretto la disputa di tante prove su strada concentrate nel periodo autunnale, nel giro di un paio di mesi aveva realizzato un bellissimo trittico con i titoli tricolori di maratonina, 50 km e maratona. Quest’anno la prima perla è già inanellata fin dalla primavera, con l’augurio che possa dimostrare la propria superiorità anche nelle altre distanze. 

Per entrambi le occasioni di mettersi in evidenza non mancheranno di certo.

Date le due giornate festive unite, parecchie sono state le manifestazioni in varie parti d’Italia che si sono tenute nel weekend lungo. Accanto ai due principali protagonisti citati, riportiamo quindi un altro risultato di rilevanza veneta. Marta Manfrin (Team Km Sport VR) a Modena ha stabilito la miglior prestazione regionale sui 100 metri SF45 con il tempo di 13.45 (w. + 1.8) che migliora il 13.59 (+ 0.5) da lei stessa stabilito lo scorso anno. 

Nelle foto: Virginio Trentin alla premiazione di Numana (archivio personale).

Articolo redatto da Sandro Sandri della Redazione Master. Consulenza statistica di Filippo Luigi Fasolato.

 

…………………………………………………..

…………………………………………………..

 

Aprile 27th, 2022

QUINDICESIMA STAGIONE 2022

DIARIO TREVIGIANO

A cura di Franco Piol 

 

278860715_10225359665971904_7280811064243794034_n.jpg

PADOVA MARATHON NEL SEGNO DELL’AFRICA, TITOLI REGIONALI ASSOLUTI A GRAZIOTTO E FURLAN

 furlan-anna-padova-22.jpg

Rieccoci! La Padova Marathon torna col suo programma più completo dopo due edizioni condizionate dalla pandemia, ed è subito festa. Festa popolare e festa sul piano tecnico per un evento che non si è mai fermato neanche nel periodo più drammatico del Covid, ma che non proponeva la gara da 42 chilometri dal 2019. E anche il meteo è stato clemente: la temuta pioggia lo ha graziato in larga parte della mattinata, regalando ai podisti giunti da 44 nazioni diverse condizioni pressoché ideali per correre.

In campo maschile taglia il traguardo per primo il keniano Alfonce Kibiwott che, poco dopo il trentesimo chilometro, piazza un deciso cambio di passo allungando sui connazionali Elijah Kibor e Gilbert Chumba, sin lì compatti assieme a lui. Da lì in poi Kibiwott ha fatto corsa in solitario fino a bloccare il cronometro dopo 2 ore 10’01”, secondo miglior risultato della sua carriera e miglior tempo nella città del Santo dal 2015. Per lui è la prima affermazione in una maratona internazionale dopo essere salito, però, diverse volte sul podio, con l’argento di Nairobi del 2021, il bronzo di Nanchino del 2019 e quello di Madrid del 2018 e del 2016. Il grande favorito Fikadu Teferi Girma si è invece fermato attorno al 34° chilometro, mentre Luca Parisi, sesto in 2 ore 21’50”, è stato il primo italiano a tagliare il traguardo di Prato della Valle.

In campo femminile la svolta si registra attorno al 34° chilometro, quando l’ugandese Rebecca Cheptegei allunga sull’etiope Roman Mengistu. Per lei, che aveva esordito sulla distanza appena lo scorso ottobre a Nairobi, la vittoria arriva in 2 ore 31’21”, suo nuovo primato personale: è la prima atleta del suo Paese a imporsi sul traguardo di Prato della Valle sulla distanza lunga. Alle sue spalle l’esordiente eritrea Lemlem Kahsay e Anna Incerti, medaglia di bronzo in quella che è stata la sua ultima maratona con la maglia delle Fiamme Azzurre. “L’ultima settimana è stata dura, per via di un dolore all’anca che si è fatto sentire molto anche nella seconda metà della gara”, ha rivelato sul traguardo.

“Sulla spinta di mio marito Stefano (Scaini, ndr) ho comunque deciso di presentarmi e ho fatto bene: ora sono contenta di questa medaglia. Ringrazio Ruggero Pertile che seguiva la gara femminile e che mi ha incitato tanto, aiutandomi. Gli Europei di Monaco? Il minimo l’ho realizzato già nel 2021, vediamo cosa deciderà la Federazione”.

Va rimarcato che la maratona assegnava anche i titoli regionali veneti di tutte le categorie. Quelli assoluti sono stati conquistati da Roberto Graziotto (HRobert Running Team) in 2 ore 23’24” e da Anna Furlan (Lib. Piombino Dese) in 3 ore 20’59”.

Nella mezza maratona al via da Abano Terme ha invece dettato legge il grande favorito della vigilia, il keniano Stanely Biwott, sul gradino più alto del podio in un’ora 01’57”, rimasto al comando in solitario già prima del 15° chilometro. Per lui, dominatore delle maratone di Parigi 2012 e New York 2015, l’ennesimo successo di una carriera stellare. Secondo il keniano David Ngure, che bissa il piazzamento dello scorso settembre, terzo l’etiope Barecha Geleto Tolosa. In campo femminile, invece, debutto da incorniciare per l’etiope Aberash Kebede Shilina, che si impone in un’ora 11’13” sulla keniana Veronicah Njeri Maina e sulla burundese Cavaline Nahimana.

Ma all’aspetto tecnico si unisce quello popolare: circa 10 mila i partecipanti alle Stracittadine. “Una grande e sentita partecipazione: è stato bellissimo rivedere adulti, bambini e famiglie coinvolti in un giorno di festa”, sottolinea il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro. “Al di là del riscontro numerico, ampiamente positivo, era importante lanciare un segnale: è tutto il territorio padovano che riparte, assieme alla sua maratona”.

Padova Marathon. UOMINI: 1. Alfonce Kibiwott (KEN) 2h10’01”, 2. Elijah Kibor Kirwa (KEN) 2h12’25”, 3. Gilbert Chumba (KEN) 2h13’20”, 4. Maxim Raileanu (MDA) 2h15’26”, 5. Moses Tuyonge (KEN) 2h17’43”, 6. Luca Parisi (Atl. La Sbarra) 2h21’50”, 7. Roberto Graziotto (HRobert Running Team) 2h23’24”, 8. Matteo Vecchietti (Atl. Valle di Cembra) 2h28’10”, 9. Martin Plankensteiner (Laufclub Pustertal) 2h31’00”, 10. Simone Carlo Paredi (Sport e Benessere Asd) 2h33’01”.

 

Campioni regionali. Assoluto: 1. Roberto Graziotto (HRobert Running Team) 2h23’24”Master. SM35: 1. Marco Padoan (Vicenza Runners) 2h45’50”. SM40: 1. Matteo Pretto (Skyrunners Le Vigne Vicenza) 2h42’58”. SM45: 1. Luigi Vivian (Asd Nico Runners) 2h36’18”. SM50: 1. Pietro Capraro (Percorrere il Sile) 3h00’04”SM55: 1. Alberto Gasparotto (La Fulminea Running Team) 2h57’53”. SM60: 1. Roberto Zattin (Limena Run Asd) 3h02’32”. SM65: 1. Leandro Girotto (Asd Corritreviso) 3h32’52”SM70: 1. Antonio Grotto (Vicenza Marathon) 4h35’31”.  SM75: 1.  Luciano Morandin (Atl. Foredil Macchine Padova) 5h54’55”.

DONNE: 1. Rebecca Cheptegei (UGA) 2h31’21”, 2. Lemlem Kahsay (ERI) 2h35’53”, 3. Anna Incerti (Fiamme Azzurre) 2h36’23”, 4. Roman Mengistu (ETH) 2h45’36”, 5. Barbara Bressi (GS Self Montanari Gruzza) 2h47’48”, 6. Roberta Loi (Atl. Presezzo) 3h03’52”, 7. Magdalena Peruzzi (DK Runners Milano) 3h11’41”, 8. Ilaria Tedesco (Atl. Vinci) 3h13’25”, 9. Celeste Albertino 3h15’55”, 10. Maria Pichler (Suedtiroler LV Sparkasse) 3h16’18”.

Campionesse regionali. Assoluta: 1. Anna Furlan (Lib. Piombino Dese) 3h20’59”Master. SF35: 1. Annalisa Faè (Run Ran Run) 3h38’17”. SF40: 1. Anna Furlan (Lib. Piombino Dese) 3h20’59”SF45: 1. Elena Malaffo (Team Km Sport) 3h40’21”. SF50: 1. Alessandra Dal Santo (Atl. Mottense) 3h33’07”SF55: 1. Lucia Candiotto (Atl. Foredil Macchine Padova) 4h01’35”. SF60: 1. Tiziana Fasolo (Atl. Foredil Macchine Padova) 4h03’44”.  SF65: 1. Graziella Pozzobon (Percorrere il Sile) 4h58’15”.

Padova Half Marathon. UOMINI: 1. Stanley Biwott (KEN) 1h01’57”, 2. David Ngure Irungu (KEN) 1h02’30”, 3. Barecha Geleto Tolosa (ETH) 1h02’31”, 4. Bernard Wambua (KEN) 1h02’45”, 5. Michael Hofer (Asv Deutschnofen) 1h07’33”, 6. Paolo Zanatta (Trevisatletica) 1h08’36”, 7. Steve Bibalo (Sportiamo) 1h10’57”, 8. Salvatore Franzese (Atl. Reggio Asd) 1h11’01”, 9. Georg Premstaller (Asc LF Sarntal Raiffeisen) 1h11’09”, 10. Davide Perego (Falchi-Lecco) 1h11’13”.

DONNE: 1. Aberash Kebede Shilina (ETH) 1h11’13”, 2. Veronicah Njeri Maina (KEN) 1h11’30”, 3. Cavaline Nahimana (BRD) 1h12’00”, 4. Annet Chelagat (UGA) 1h12’21”, 5.  Marta Fabris (Team KM Sport) 1h19’54”, 6. Lisa Carraro (Vicenza Marathon) 1h24’50”, 7. Alessia Mira 1h27’37”, 8. Nadiya Sukharyna (Asd Torrebianca) 1h29’41”, 9. Elisa Agostini (Assindustria Sport) 1h30’36”, 10. Michela Dalla Muta 1h31’47”.

CLASSIFICHE COMPLETE

 

 

A Murano

BERNASCONI E CARUSO CAMPIONI REGIONALI

38’12”20 Valentina e 32’56”21 Daniele

bernasconi-22.jpg

 caruso.jpg

 

……………………………………………………………………………………………………………………………..

ATLETICA SAN BIAGIO, TRIONFANO ZEDDE, VARACALLI, PILLON E SERAFIN

A SAN BIAGIO DI CALLALTA DOPPIETTA DI NENE SANE  

La promettente atleta di Atl-Etica San Vendemiano conquista alto (1.43) e peso (9.16) nel debutto del Trofeo Giovanile Veneto. Seicento atleti in pista in rappresentanza di una ventina di società

 

Entra nel vivo la stagione provinciale su pista. Circa 600 atleti, in rappresentanza di una ventina di società hanno partecipato alla manifestazione che ieri – sabato 23 aprile – a San Biagio di Callalta ha tenuto a battesimo il Trofeo Giovanile Veneto, oltre a rappresentare una tappa del campionato provinciale ragazzi e del campionato regionale cadetti di società. In quest’ultima categoria, applausi per Fabio Kleiss (Atl. Mogliano) nei 2000 metri (6’09”5) e Martina Ruggio (Vittorio Atletica) nell’asta (2.70). In pedana nel disco, invece, la campionessa italiana 2021 di getto del peso Anita Nalesso (Trevisatletica), arrivata a 24.50. Tra i ragazzi, bene Gabriele Faganello (Nuova Atl. Tre Comuni) nei 60 ostacoli (9”5). Al femminile, invece, bella doppietta di Nene Sane (ATL-Etica San Vendemiano) che ha vinto l’alto con 1.43 e il peso con 9.16. Anita Marogna (Vittorio Atletica) si è imposta nei 2000 metri di marcia in 11’45”, davanti ad Asia Borsato (Atl. Ponzano, 12’14”5).

I risultati. CADETTI. 80: 1. Angelo Zedde (Atl. San Biagio) 9”6. 2000: 1. Fabio Kleiss (Atl. Mogliano) 6’09”5. 1200: 1. Riccardo Varacalli (Atl. San Biagio) 3’55”3. Asta: 1. Thawin Moro (Atl. Montebelluna) 2.60. Disco: 1. Matteo Montagner (Atl-Etica San Vendemiano) 25.70.

RAGAZZI. 1000: 1. Nicolò Pillon (Atl. San Biagio) 3’06”9. 60 ostacoli: 1. Gabriele Faganello (Nuova Atl. Tre Comuni) 9”5. Lungo: 1. Abramo Bedin (Atl. Pederobba) 4.64. Vortex: 1. Tommaso Da Riva (Atl. Valdobbiadene) 53.67.

CADETTE. 80: 1. Federica Poser (Vittorio Atletica) 10”5. 2000: 1. Arianna Serafin (Atl. San Biagio) 7’28”2. 1200 siepi: 1. Sofia Zambon (Atl. Villorba) 4’27”3. Asta: 1. Martina Ruggio (Vittorio Atletica) 2.70. Disco: 1. Anita Nalesso (Trevisatletica) 24.50.

RAGAZZE. 60: 1. Marlene Zanotto (Atl. Valdobbiadene) 8”4. Alto: 1. Nene Sane (ATL-Etica San Vendemiano) 1.43. Peso: 1. Nene Sane (ATL-Etica San Vendemiano) 9.16. Marcia (2000 m): 1. Anita Marogna (Vittorio Atletica) 11’45”0, 2. Asia Borsato (Atl. Ponzano) 12’14”5.

 

 

………………………………………………………………………………………….

 

Junior Meeting a Conegliano

 

Michela Moretton: 3000m. in 9’35”71

 

Lo spettacolo dei giovani per i giovani oggi, lunedì 25 aprile 2022, allo stadio comunale Soldan di Conegliano. Si rinnova la magia dello Junior Meeting che, organizzato dal Gruppo Giovani di Atletica Silca Conegliano, ha portato in pista non solo i valori agonistici ma soprattutto quelli dell’altruismo e della collaborazione. Molti giovani atleti della società coneglianese guidata da Francesco Piccin hanno infatti “rinunciato” a gareggiare e si sono messi “dietro le quinte”, vestendo i panni degli organizzatori. A coordinare il gruppo degli under Eva Casagrande con Jacopo Da Re. Ovviamente sulla pista e sulle pedane coneglianesi si è corso e si è lanciato. E in quest’edizione numero 21 non sono mancati spunti di alto valore tecnico. Tanto il tifo in tribuna, per tutti i piccoli atleti impegnati. Una corsa sul filo delle emozioni e della commozione quella di tredici atleti ucraini attualmente ospitati al collegio Brandolini Rota di Oderzo, che hanno potuto gareggiare fuori classifica.

Una delle migliori prestazioni agonistiche di oggi è stata quella siglata da Sofia Isaurico (Athletic Club Firex Belluno) che ha vinto la gara dei 1000 metri cadette con il crono di 3’03’’14, che vale un miglioramento di oltre 10 secondi rispetto alla miglior prestazione personale siglata lo scorso anno ed è anche la terza miglior prestazione stagionale italiana tra le under 16. Non si migliora, ma ci va vicino l’argento tricolore under 18, Andrea Crestani (Atletica Vicentina) che nel peso getta l’attrezzo appena oltre i 17 metri (17.01).

Bella la gara dei 3000 che ha visto la vittoria di Michela Moretton (Atletica Ponzano), la ventunenne suseganese, campionessa europea di cross a squadre under 23 a fine 2021 e vicecampionessa italiana nei 3000 indoor promesse nella rassegna di inizio anno. La prima a tagliare il traguardo è stata l’ucraina Viktoriia Shhkurko, classe 1997, che ha chiuso con un buon 9’29’’50, ma è fuori classifica, in quanto gli atleti ucraini hanno potuto partecipare alle gare non internazionali con una deroga della Federazione Italiana di Atletica Leggera. Per la trevigiana Moretton una prestazione di valore, con il crono finale di 9’35’’71.

Tanta soddisfazione in casa Silca, non solo per il grande lavoro di proprio giovani dietro le quinte, ma anche per le buone prestazioni degli atleti che hanno gareggiato. Quattro le vittorie per gli atleti di casa, con la cadetta Lucia Mazzer nell’alto, l’allievo Leonardo Bolla nel giavellotto (con la misura di 48.11 che rappresenta il minimo per il campionati italiani), i ragazzi Alessandro Cal nei 60 metri e Nicola Issa Ker nei 1000. Terzo posto per lo junior Lorenzo Damian nella gara del giavellotto assoluto e per Ruelda Gomes Correia nei 60 metri ragazze. Per i “cugini” di Silca Ultralite Vittorio Veneto, seconda Maria Lazzari nei 1000 ragazze e terza Agnese Passone nei 1500 allieve.

Stanchi ma felici Eva e Jacopo che hanno guidato i compagni di squadra tra le fatiche organizzative di una giornata che resterà nei loro cuori. “È stato molto impegnativo, ma vivere lo Junior Meeting dal “di dentro” ci permette di crescere non solo come atleti ma soprattutto come persone – dicono in coro – ringraziamo la società per averci dato la possibilità di vestire i panni di organizzatori”.

“Siamo davvero molto contenti di quest’edizione – commenta il presidente di Atletica Silca Conegliano, Francesco Piccin – i nostri giovani hanno dato prova di grande maturità e si sono dedicati con impegno all’organizzazione dello Junior Meeting. Oggi sono fiero di loro per questa prova di grande maturità, oltre che per i risultati agonistici. Non è facile decidere di fare un passo indietro e mettersi a disposizione degli altri, ma crediamo fortemente in questa manifestazione proprio per gli insegnamenti che lascia. Qualche giorno di riposo e saremo già pronti a tornare al lavoro come staff organizzativo, per il nostro grande evento internazionale, il Meeting Città di Conegliano – Trofeo Toni Fallai che a giugno porterà nella Città del Cima atleti di valore internazionale, protagonisti dell’atletica dei grandi”.

Presenti anche l’assessore allo sport del Comune di Conegliano, Primo Longo con il consigliere comunale Monica Feletti. “Che bello vedere questo stadio comunale pieno di ragazzi e ragazzini – afferma l’assessore Longo – è stato bello vedere anche gli spalti che si sono riempiti di persone, che hanno applaudito i piccoli atleti. Non da meno è stato emozionante vedere correre i coetanei ucraini. Facciamo i complimenti ad Atletica Silca Conegliano per aver organizzato questo evento dedicato ai nostri ragazzi”. Presente anche il consigliere regionale della Fidal Veneto, Oddone Tubia.

Accanto all’Atletica Silca Conegliano, ci sono il Comune di Conegliano, la Provincia di Treviso, il Comitato Regionale Fidal Veneto e i partner Silca SpA, Banca Prealpi SanBiagio, Elmec Impianti Elettrici, Chisini Srl, Bottega SpA, San Benedetto, Piccoli Gino Sas, Reale Mutua, Asco TLC, De Coppi Lavorazioni Meccaniche, Gammasport, Arti Grafiche Conegliano e Studiogenius. All’evento hanno collaborato Silca Ultralite Vittorio Veneto e la sezione coneglianese della Croce Rossa.

Per resoconto e foto visitare le pagine Facebook / In

MASCHILI. Assoluti. 3000. 1. Matteo Andreola (Team Treviso) 9’01’’28, 2. Enrico Lorenzon (Atletica Ponzano) 9’02’’91, 3. Luca Fedato (Eurovo Atl. Pieve di Soligo) 9’27’’37. Giavellotto. 1. Tommaso Berto (Atletica Vicentina) 52.03, 2. Mattia Melis (Atletica Stiore Treviso) 43.78, 3. Lorenzo Damian (Atletica Silca Conegliano) 40.86. Allievi. 1500. 1. Federico Morona (Team Treviso) 4’24’’25, 2. Federico Zalloni (Atletica Ponzano) 4’28’’52, 3. Francesco Di Tos (Atl. Jesolo Turismo) 4’32’’43. Peso. 1. Andrea Crestani (Atl. Vicentina) 17.01, 2. Damiano Busatto (VFGroup Atl. Santa Lucia) 11.26, 3. Eduard Ionut Susnia (Atl. Vicentina) 11.13.  Giavellotto. 1. Leonardo Bolla (Atletica Silca Conegliano) 48.11, 2. Marco Altinier (Atl-Etica S. Vendemiano) 43.13, 3. Riccardo Donè (Atl. Vicentina) 42.28. Cadetti. 1000. 1. Sebastiano Di Tos (Atl. Jesolo Turismo) 2’43’’16, 2. Raffaele Faronato (Aristide Coin Venezia 1949) 2’43’’16, 3. Alessandro Brugnera (Atletica Ponzano) 3’02’’56. Ragazzi. 60. 1. Alessandro Cal (Atletica Silca Conegliano) 8’’72, 2. Riccardo Trizzino (Vittorio Atletica) 8’’88, 3. Sebastiano Boscaratto (VFGroup Atletica S. Lucia) 8’’89. 1000. 1. Nicola Issa Ker (Atletica Silca Conegliano) 3’11’’28, 2. Mattia Zanco (VFGroup Atl. S. Lucia) 3’22’’25, 3. Mattia Morelli (VFGroup Atletica S. Lucia) 3’22’’89. Vortex. 1. Riccardo Biancat (Libertas Sacile) 43.55, 2. Antonio Tonion (Atletica Stiore Treviso) 42.65, 3. Michele Della Bella (Atletica Silca Conegliano) 41.35.

FEMMINILI. Assoluti. 3000. 1. Michela Moretton (Atletica Ponzano) 9’35’’71, 2. Alice Biz (Vittorio Atletica) 10’46’’37, 3. Alice Peruz (Gr. Marc. Calalzo Atl. Cadore) 10’50’’31. Allieve. 1500. 1. Leila Colussi (Ana Atletica Feltre) 5’08’’01, 2. Anna Michielin (Atletica Ponzano) 5’09’’76, 3. Agnese Passone (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 5’27’’47. Lungo. 1. Lisah Gadler (Atl. Riviera del Brenta) 4.98, 2. Giulia Raimondi (Atl. Biotekna) 4.79, 3. Emma Zampieri (Atl. Biotekna) 4.58. Cadette. 80. 1. Bianca Frare (Libertas Sacile) 10’’70, 2. Ilaria Alfieri (Atletica Rotaliana) 10’’78, 3. Sofia Marzaro (Pol. Gazzera Olimpia Chirignago) 10’’89. 1000. 1. Sofia Isaurico (Athletic Club Firex Belluno) 3’03’’14, 2. Denise Marinello (Atl. Jesolo Turismo) 3’05’’61, 3. Amelie Candeago (Athletic Club Firex Belluno) 3’11’’03. Alto. 1. Lucia Mazzer (Atletica Silca Conegliano) 1.55, 2. Alessia Tozzato (Atletica Ponzano) 1.49, 3. Martina Spina (Atleticadore – Giocallena) 1.35. Ragazze. 60. 1. Marlene Zanotto (Atl. Valdobbiadene) 8’’70, 2. Sophie Zamuner (Libertas Sacile) 8’’91, 3. Ruelda Gomes Correia (Atletica Silca Conegliano) 9’’27. 1000. 1. Linda Pier Perez (Pol. Gazzera Olimpia Chirignago) 3’24’’14, 2. Maria Lazzari (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 3’24’’48, 3. Agnese Moret (Atletica Ponzano) 3’25’’37. Vortex. 1. Sofia Polentes (Vittorio Atletica) 30.42, 2. Alice Cagnato (Atletica Stiore Treviso) 29.82, Nicole Modolo (Vittorio Atletica) 14.73

 

………………………………………………………………………………………….

STAFFETTE: TREVISATLETICA FA POKER,

Storico primato della 4×100m in 48”04!!!

SILCA ULTRALITE DA RECORD CON LE CADETTE Meneghetti-Gava-Dei Negri in 9’27”97

4x100m-allieve-primato.jpg

Una giornata di gare all’insegna delle staffette. Lo stadio di Monteortone, ad Abano Terme (Padova), ha ospitato i campionati regionali della specialità. Ben 386 le staffette iscritte, per un totale di quasi 1500 atleti-gara. E’ stata anche una rassegna dagli elevati contenuti tecnici. Tra i tanti risultati di valore, spicca il 3’43”93 siglato dalle ragazze (Alice Muraro, Leila Cattani, Zoe Tessarollo Maria Sole Muraro) dell’Atletica Vicentina nella 4×400. Un risultato che, da tabella, vale oltre mille punti. Titolo e primato regionale, invece, per la 3×1000 cadette della Silca Ultralite Vittorio VenetoGiulia Meneghetti, Rebecca Gava e Arianna Dei Negri hanno corso in 9’27”97, cancellando il 9’31”43 siglato dall’Atletica Mogliano nel 2010. Nel computo dei titoli regionali, applausi per Trevisatletica che ha conquistato quattro allori tra settore giovanile (uno) e settore assoluto (tre).

279121615_2240953902740363_8685725786485051016_n.jpg

RISULTATI. MASCHILI. Assoluti. 4×100: 1. Trevisatletica (Buso, Antonello, Bresolin, Le. Verrati) 42”784×200: 1. Trevisatletica (Baseggio, Bresolin, Pongiluppi, Le. Verrati) 1’31”02.  4×400: 1. Atl. Vicentina (Prebianca, Frivoli, Marangon, Bertoldo) 3’16”86. 4×800: 1. Ana Atl. Feltre (Cecchin, Battistel, Rossa, Polesana) 8’07”11.

Allievi. 4×100: 1. Atl. Vicentina (Scudella, Orumwense, Zaramella, Padovan) 43”77. 100-200-300-400: 1. Trevisatletica (Zavatarelli, Zuccon, Azzolina, Bisetto) 2’03”35.

Cadetti. 4×100: 1. Csi Atl. Provincia di Vicenza (Semini, Gemo, Poier, Dal Monte) 45”64. 3×1000: 1. Athletic Club Firex Belluno (Stocchero, De Min, Serafini) 8’35”31.

Ragazzi. 4×100: 1. Gs Fiamme Oro (Rigato, Morello, Fante, Garbin) 52”76.  3×800: 1. La Fenice 1923 Mestre (Caporrella, Vitalino, Camillo) 7’24”05.

Master. 4×100. SM45: 1. Ass. Dilett. Grumolo (Bortoli, Biondi, Piovan, Meda) 53”05.   SM50: 1. Atl. San Biagio (Carniato, Casco, Stefani, Parro) 49”93. SM55: 1. Virtus Este (Nalin, Patron, De Marzi, Soffiato) 53”78. SM60: 1. Atl. Biotekna (Brisotto, Del Prete, Zanini, Bottega) 53”85. SM70: 1. Virtus Este (Gaino, Ieva, Rappo, Cavallini) 1’05”60.  4×400. SM45: 1. Virtus Este (Berini, Rando, Patron, Rizzi) 4’16”06. SM70: 1. Tortellini Voltan Martellago (Sandri, Bigarella, Vidale, Valle) 6’50”55.

FEMMINILI. Assoluti. 4×100: 1. Assindustria Sport (Ballin, De Marchi, Biondi, Bacelle) 47”67. 4×200: 1. Lib. Sanp  (Carraro, Zanetti, Favaro, Dalla Pozza) 1’48”29. 4×400: 1. Atl. Vicentina (A. Muraro, Cattani, Tessarolo, M. Muraro) 3’43”93. 4×800: 1. Atl. Riviera del Brenta (Pranovi, Bobbo, Ballarin, Vian) 9’25”07.

Allieve. 4×100: 1. Assindustria Sport (Vinante, S. Agostini, M. Agostini, Franceschi) 47”30. 

 

2 Trevisatletica 48”04 (Margherita Zago-Ginevra Vedova- Beatrice Buso-Rebecca Agbortabi) primato trevigiano allieve (precedente: Libertas Treviso 48”54 con Claudia Loschi-Sabina Ghedin-Ivana Lucchetta-Silvia Martignago realizzato a Bologna il 28 giugno 1981!!!)

 

 

 100-200-300-400: 1. Atl. Verona Asd Pindemonte (Capitanio, Bonanni, Nardi, Montresor) 2’24”29.

Cadette. 4×100: 1. Asi Atl. Breganze (Novello, Pizzato, Corso, Signorini) 50”85. 3×1000: 1. Silca Ultralite Vittorio Veneto (Meneghetti, Gava, Dei Negri) 9’27”97.

Ragazze. 4×100: 1. Csi Atl. Provincia di Vicenza (Basso, Burkes, Vallortigara, Bance) 53”81. 3×800: 1. Trevisatletica (Auditore, Niero, Velo) 8’08”27.

Master. 4×100. SF45: 1. Atletica Riviera del Brenta (Nalesso, Santello, Lorenzini, Pegoraro) 1’06”79.  SF55: 1. Atletica Riviera del Brenta (Callegari, V. Maso, Sartori, A. Maso) 1’00”10. 4×400. SF50: 1. Atl. Riviera del Brenta (Tassetto, Benvegnù, Pittarello, Fornasier) 5’28”68. RISULTATI COMPLETI

 

………………………………………………………………………………………………………..

 

DUEROCCHE, VIGOLO RE DELLO SCARPA ULTRATRAIL    

Il vicentino ha vinto la gara sui 51 km del classico evento tra le colline di Asolo e Cornuda. Alla comasca d’adozione trentina Paola Gelpi il successo nella gara femminile. Il trevigiano Luca Fabris e la triestina Caterina Stenta conquistano il Passsport Trail sui 22 km. Oltre tremila partecipanti nella due giorni di corsa   

 

Cornuda (Treviso), 25 aprile 2022 – Simone Vigolo (Runners Team Zanè) è il re della Duerocche 2022. Il 28enne atleta di Schio, al debutto nella classica corsa trevigiana in ambiente naturale, giunta alla 51^ edizione, si è imposto nei 51 km (con 2660 metri di dislivello positivo) dello Scarpa Ultratrail, la gara più lunga e impegnativa della ricca “due giorni” che ha portato oltre tremila atleti a cimentarsi, in sei diverse prove, sui sentieri tra Asolo e Cornuda. Vigolo era inizialmente iscritto ad una delle gare più corte, poi ha cambiato idea.  “Era la mia prima esperienza su una distanza di questo tipo - ha commentato -. Sono partito prudente. Dopo una decina di chilometri ho provato ad allungare per vedere se qualcuno riusciva a seguirmi. Nessuno mi è venuto dietro e da lì in poi ho corso da solo”. Vigolo è giunto sul traguardo in via della Pace a Cornuda quando il cronometro aveva da poco superato le 5 ore (5h00’43” il tempo finale). Alle sue spalle si sono lungamente dati battaglia Mattia Gemin, trevigiano di Caerano San Marco, tesserato per la società organizzatrice Duerocche Asd, e un altro vicentino, Alberto Ferretto. L’argento è finito al collo di Gemin, che ha staccato l’avversario negli ultimi due chilometri, chiudendo in 5h02’10”, con Ferretto a 18”. Quarto l’esperto Ivan Geronazzo, vincitore sulla distanza lunga alla Duerocche 2019, ma quest’anno frenato da un problema al ginocchio. Paola Gelpi (Team La Sportiva), come da pronostico, si è imposta nella gara femminile, fermando il cronometro non lontano dalle sei ore di gara (5h49’28”). Ventotto anni, comasca di Lezzeno, residente in Trentino dove fa la fisioterapista e la maestra di sci, ex azzurrina di canottaggio, Paola - asso dello skyrunning, la corsa in quota - ha preceduto un’accoppiata tutta di Marca composta dalla montelliana Elena Gallina (5h59’04”) e dalla trevigiana del capoluogo, Elisabetta Gallo (6h12’32”). “Dopo una ventina di chilometri ero seconda, ma mi sono detta che la vera gara sarebbe iniziata più avanti, e così è stato – ha detto Paola Gelpi -. Voglio complimentarmi con gli organizzatori: un gran percorso, preparato benissimo”. Parla trevigiano il vincitore sui 22 km del Passsport Trail: Luca Fabris (Scarpa Team), di Cison di Valmarino, era alla prima partecipazione alla Duerocche e ha subito centrato il bersaglio grosso, staccando nel finale il compagno di squadra Gabriele Guerri. “E’ stata una gara bellissima, abbiamo duellato dall’inizio alla fine. Gabriele è forte in discesa, io vado in meglio in salita. Ci siamo staccati e ripresi più volte, poi, a pochi chilometri dal traguardo, tra i vigneti, non l’ho più visto. Arrivo da un bel 2021, con diverse vittorie, e questo era il mio primo trail della stagione: meglio di così non potevo cominciare”. Fabris ha concluso la sua fatica in 1h40’29”, una ventina di secondi meglio di Guerri (1h40’52”). Terzo, in 1h42’13”, Roberto Fregona, il vincitore dell’edizione 2021, applaudito sul traguardo anche da papà Lucio, indimenticato asso azzurro della corsa in montagna, classe 1964, ancora tra i migliori (terzo) sui 12 km della Round Cross Country, una delle due prove non competitive che, insieme alla Alpik Cross Country (6 km) ha completato il cartellone della Duerocche 2022. Doppietta triestina nella gara femminile: Caterina Stenta (Trieste Atletica), eclettica atleta che ama il mare almeno quanto la montagna (è campionessa italiana di Sup, il surf con pagaia), ha fermato il cronometro a 2h02’40”, precedendo la concittadina Nicol Guidolin (2h05’27”) e la bellunese Anna Dal Farra (2h07’31”). L’edizione 2022 della grande classica tra le colline trevigiane era scattata ieri - domenica 24 aprile - con le prove della Duerocche storica. Dopo il prologo pomeridiano della Pharmasport non agonistica, aperta a tutti, si è gareggiato in notturna sullo stesso percorso di 15 km con 720 metri di dislivello positivo che ha idealmente collegato Asolo e Cornuda. La Pharmasport Agonistica ha incoronato Tiziano Scatolin, trevigiano di Bigolino di Valdobbiadene, portacolori della società di casa Duerocche Asd, che ha dedicato la vittoria a Michele De Vecchi, il giovane runner stroncato da un malore lo scorso autunno durante un allenamento. Scatolin gli correva al fianco quando l’amico si è sentito male e i luoghi della Duerocche storica sono anche quelli in cui Michele amava correre. Sul traguardo, con Tiziano, c’era idealmente anche Michele. Scatolin ha concluso la gara in 1h19’20”, precedendo il compagno di squadra Andrea Dalla Lana (1h20’25”) e Alessandro Dalmonte (1h20’29”). Tra le donne, recita solitaria della vicentina di Asiago Debora Sartori (Team Km Sport) che ha chiuso in 1h32’21”. Sul podio anche Giulia Gemin (1h38’53”) e Giulia Selvestrel (1h39’23”). Per la Duerocche è stata l’edizione della vera ripartenza, dopo i severi protocolli anti-covid applicati nell’evento in formato ridotto del 2021. Applausi.                      

 

CLASSIFICHE. UOMINI.  Scarpa Ultratrail (51 km, 2660 m D+): 1. Simone Vigolo (Runners Team Zanè) 5h0043, 2. Mattia Gemin (Duerocche Asd) 5h02’10”, 3. Alberto Ferretto 5h02’28”, 4. Ivan Geronazzo (Team Hoka) 5h05’07”, 5. Andrea Bellon (Emme Running Team) 5h15’41”, 6. Mattia Agugiaro (Atl. Vicentina) 5h17’23”, 7. Mattia Malusa (ZeroD+ Trail Team) 5h19’22”, 8. Matteo Andriola (Team Aldo Moro Paluzza) 5h19’53”, 9. Savino Napoleone (Scarpe Bianche) 5h28’34”, 10. Gabriele Caretta 5h32’10”.

Passsport Trail (22 km, 960 m D+): 1. Luca Fabris (Scarpa Team) 1h4029, 2. Gabriele Guerri (Scarpa Team) 1h40’52”, 3. Roberto Fregona (Atl. San Biagio) 1h42’13”, 4. Zan Zepic (SLO) 1h44’33”, 5. Francesco Lorenzi (Scarpa Team) 1h45’37”, 6. Nicholas Mazzon (La Roccia Team) 1h50’32”, 7. Eros Botter 1h51’53”, 8. Davide Delladdio (Lagarina Crus Team) 1h52’38”, 9. Alessandro Bellè 1h52’40”, 10. Daniele Cattani (G.A. Bassano) 1h53’56”.   

Pharmasport Agonistica (15 km, 720 m D+): 1. Tiziano Scatolin (Duerocche Asd) 1h19’20”, 2. Andrea Dalla Lana (Duerocche Asd) 1h20’25”, 3. Alessandro Dalmonte (Emme Running Team) 1h20’29”, 4. Marco Casagrande (Duerocche Asd) 1h21’54”, 5. Richard Zandonà (Gp Godigese Asd) 1h28’46”, 6. Marco Bortolot (Duerocche Asd) 1h29’26”, 7. Gioele Piccoli (Asd Gente Fuori Strada) 1h30’23”, 8. Rik Travaglia (Gp Porto Tolle) 1h31’53”, 9. Patrik Menegon (Duerocche Asd) 1h32’01”, 10. Walter Brion (Atl. Montegrappa) 1h32’53”.

DONNE.  Scarpa Ultratrail (51 km, 2660 m D+): 1. Paola Gelpi (Team La Sportiva) 5h49’38”, 2. Elena Gallina (Playlife Ponzano) 5h59’04”, 3. Elisabetta Gallo (Atl. Ponzano) 6h12’32”, 4. Elisa Zanon (Emme Running Team) 6h24’42”, 5. Cristina Conti 6h34’37”, 6. Mariangela Curini (Playlife Ponzano) 6h36’08”, 7. Federica Lionzo (La Fulminea Running Team) 6h43’37”, 8. Silvia Dalla Fontana 6h50’53”, 9. Beatrice Scarpini (Montello Runners Club) 6h5411, 10. Mirela Djurdjevic (A3 Triathlon Asd) 7h0707

Passsport Trail (22 km, 960 m D+): 1. Caterina Stenta (Trieste Atletica) 2h02’40”, 2. Nicol Guidolin (Tornado) 2h05’27”, 3. Anna Dal Farra (Run&Fun Belluno) 2h07’31”, 4. Martina Gioco (Asd Runners Valbossa) 2h11’22”, 5. Gaia Signorini (Runners Team Zanè) 2h17’36”, 6. Luisa Piva (Scarpe Bianche) 2h19’18”, 7. Giulia Guerrieri (Atl. Vedelago) 2h21’14”, 8. Consuelo Canel (Run for Mike) 2h33’08”, 9. Serena Biz 2h35’08”, 10. Rosanna Zecchin (La Butto in Vacca Asd) 2h35’43”.

Pharmasport Agonistica (15 km, 720 m D+): 1. Debora Sartori (Team Km Sport) 1h32’21”, 2. Giulia Gemin 1h38’53”, 3. Giulia Selvestrel (Asd Scarpe Bianche) 1h39’23”, 4. Elena Dal Cortivo (HRobert Runnning Team) 1h54’17”, 5. Erika Lazzari (Asd Run Spinea Run) 1h58’34”, 6. Marcella Bellanca 2h01’52”, 7. Rachele Favarotto 2h07’38”, 8. Laura Recchia (La Fenice 1923 Mestre) 2h07’42”, 9. Irene Visentin (Team Sportler) 2h08’02”, 10. Tiziana Trevisan (Running Club Venezia) 2h09’53”.

 

CLASSIFICHE COMPLETE

 

…………………………………………………..

A Modena: Carlotta Fedriga 12”06 sui 100m, Costanza Luceschi 58”20 sui 400m e Martina Fedriga 11.57 nel peso.

………………………………………………………………….

278729057_982232722653183_6918825685403951388_n.jpg

A Lana: deca 1° Francesco Marconi: 5.788p.

2° allievi veneti Riccardo Tomè 5.309p. e Eleonora Favaretto eptathlon allieve in 4.314p.

Deca J. Corona 4° 5.824 e Peruch 5° 5.713

……………………………………………………

A Udine: Pol 11”34-Gatto 1’54”85-Perin 49.44-Maset 15.49-Della Valentina 48.55-Bosco 46.90

 

…………………………………………………..

…………………………………………………..

    

 

 

Aprile 11th, 2022

QUINDICESIMA STAGIONE 2022

DIARIO TREVIGIANO

A cura di Franco Piol 

 

 

 treviso_premiazione-del-memorial-magali-vettorazzo.jpg

ATLETICA TRIVENETA 4° memorial Magalì Vettorazzo

MEETING: FRARESSO 68.22    

 

A Treviso, nella prima gara dell’annata veneta dopo l’annullamento della manifestazione di San Biagio di Callalta, vittoria per il giavellottista azzurro davanti allo junior Kristian Lazzaretto (61.69). L’azzurrina Elisa Visentin conquista i 200 (24”92) precedendo l’allieva Agbortabi (25”08). Angelo Antonello personale sui 200m. con 22”35

 treviso_il-giavellottista-fraresso.jpg

 

(10.04.22) Primi sprazzi di atletica in pista. Dopo l’annullamento per il maltempo della manifestazione che ieri, sabato 9 aprile, a San Biagio di Callalta, avrebbe dovuto inaugurare l’annata regionale, oggi, domenica 10 aprile, si è gareggiato agli impianti sportivi di San Lazzaro a Treviso. Il 19° Atletica Triveneta Meeting, classico d’inizio annata organizzato da Atletica Stiore, Atletica Triveneta e Atletica San Lazzaro, ha visto in pista circa 800 atleti, provenienti da tutta la regione. Si è gareggiato in una giornata di sole e dalla temperatura tiepida, anche se accompagnata da un forte vento. Iscritto dell’ultima ora, l’azzurro Mauro Fraresso (Fiamme Gialle), primo nel giavellotto con 68.22, davanti allo junior Kristian Lazzaretto (Atl. Vicentina) arrivato non lontano dal personale (61.69). L’azzurrina Elisa Visentin (Atl. Biotekna) ha vinto i 200 in 24”92 (vento -0.6) e alle sue spalle si è messa in evidenza l’allieva Rebecca Agbortabi (Trevisatletica) che, alla prima gara sulla distanza all’aperto, dopo aver vinto nel 2021 il titolo italiano cadette nei 300, ha fermato il cronometro a 25”08. Nel peso juniores la bella sfida, tutta trevigiana, tra Enrico Busato (Atl. San Biagio) e Antonio Maset (Trevisatletica): 15.25 per il primo, un centimetro in meno per il secondo. Mentre nella gara allievi è brillato Andrea Crestani (Atl. Vicentina) che ha lanciato a 16.59. L’allieva Anna Raimondi (G.A. Aristide Coin Venezia 1949) si è imposta nel giavellotto under 18 con un ottimo 46.20. La coetanea Francesca Cortesia (Atl. Pederobba), aggiudicandosi la gara assoluta di salto in alto con 1.61, ha conquistato il 4° memorial Magalì Vettorazzo. Le due prove sul miglio dedicate ad Aldo Masi, indimenticata “voce” (e non solo) dell’atletica, sono invece state vinte da Davide Bedini (Atl. Ponzano) in 4’32”38 e dall’allieva Melania Rebuli (Atl. Silca Conegliano) in 5’19”27.

 

treviso_i-200-femminili.jpg

 

RISULTATI. MASCHILI. 200 (+0.3): 1. Angelo Antonello (Trevisatletica) 22”35, 2. Fabio Sbicego (Atl. S. Biagio) 22”80, 3. Leonardo Verrati (Trevisatletica) 22”86500: 1. Michele Bertoldo (Atl. Vicentina) 1’04”45. Miglio: 1. Davide Bedini (Atl. Ponzano) 4’32”38Alto: 1. Federico Celebrin (Atl. Biotekna) 1.93, 2. Matteo Borsetto (Atl. Lib. Sanp) 1.93. Triplo: 1. Matteo Cimarelli (Assindustria Sport) 13.75 (+0.9), 2. Matteo Zattra (Atl. Vicentina) 13.30 (+1.9). Peso: 1. Lorenzo Peccolo (Atl. Ponzano) 13.52. Giavellotto: 1. Mauro Fraresso (Fiamme Gialle) 68.22, 2. Kristian Lazzaretto (Atl. Vicentina) 61.69, 3. Alessandro Ferro (Fiamme Oro) 55.67. 

JUNIORES. Peso: 1.  Enrico Busato (Atl. San Biagio) 15.25, 2. Antonio Maset (Trevisatletica) 15.24ALLIEVI. Peso: 1. Andrea Crestani (Atl. Vicentina) 16.59. Giavellotto: 1. Leonardo Bolla (Atl. Silca Conegliano) 46.87CADETTI. 300: 1. Giacomo Roncato (Atl. Audace Noale) 37”64, 2. Alessandro Ferroni (Atl. Silca Conegliano) 38”68. Lungo: 1. Jacopo Cinquegrani (Trevisatletica) 5.64RAGAZZI. 60: 1. Gabriele Faganello (Nuova Atl. Tre Comuni) 8”42. Lungo: 1. Elia Prosdocimo (Atl. San Biagio) 4.12.

FEMMINILI. 200 (-0.6): 1. Elisa Visentin (Atl. Biotekna) 24”92, 2. Rebecca Agbortabi (Trevisatletica) 25”08, 3. Giorgia Donadoni (Fondazione M. Bentegodi) 25”38. 500: 1. Alice Giuliana Gaspa (Trevisatletica) 1’15”20, Miglior prestazione trevigiana 2. Lorenza De Noni (Atl. Silca Conegliano) 1’16”42. Miglio: 1. Melania Rebuli (Atl. Silca Conegliano) 5’19”27. Alto: 1. Francesca Cortesia (Atl. Pederobba) 1.61, 2. Chiara Da Pra (Gs La Piave 2000) 1.59. Triplo: 1. Elena Ruzzier (Cus Trieste) 11.32 (+0.7). Peso: 1. Gloria Gollin (Atl. Vicentina) 12.20. Giavellotto: 1. Angela Carrer (Vittorio Atletica) 40.73. 

ALLIEVE. Peso: 1. Angelica Trollo (Atl. Vicentina) 10.78. Giavellotto: 1. Anna Raimondi (G.A. Aristide Coin Venezia 1949) 46.20. CADETTE. 300: 1. Arianna Dei Negri (SilcaUltralite Vittorio Veneto) 41’55”, 2. Sarah Fenti (Gs La Piave 2000) 42”96, 3. Martina Filippetto (Atl. Pederobba) 43”95.  Lungo: 1. Silvia Gatto (Atl. Valdobbiadene) 4.64. RAGAZZE. 60: Marlene Zanotto (Atl. Valdobbiadene) 8”58, 2. Nene Sane (Atl-Etica San Vendemiano) 8”61. Lungo: 1. Marlene Zanotto (Atl. Valdobbiadene) 4.46. 

RISULTATI COMPLETI

 

In allegato alcune foto della manifestazione: credito Atleticamente/Fidal Veneto

 277818593_3122422078017651_454505290176035599_n.jpg

…………………………………………………..

…………………………………………………..

Aprile 4th, 2022

QUINDICESIMA STAGIONE 2022

DIARIO TREVIGIANO

A cura di Franco Piol 

 

 

 

GRANDE CARLO SONEGO 66.97 PRIMATO NAZIONALE M50

 sonego-1.jpg

A Trieste, nell’apertura della stagione atletica all’aperto, il grande Carlo Sonego (trevigiano nato e formatosi a Sacile) ha stabilito la miglior prestazione nazionale nel giavellotto da 700 grammi per i master M50, lanciando l’attrezzo alla sbalorditiva misura di 66.97 (surclassando il vecchio limite di Federico Battistutta con 55.60.

 (il suo primato di 84.60 mt rimane irraggiungibile ormai da 23 anni: correva infatti il 1999 quando Sonego sparò quel siluro ad Osaka, in Giappone.)

 

………………………………………………………………………………………..

A DOGI’S HALF MARATHON

ZANATTA, BERNASCONI, GOBBO, SALVADOR E TRENTIN CAMPIONI VENETI

 trentin-2022.jpg

La Dogi’s Half Marathon torna dopo due anni d’assenza e si colora d’azzurro, oltre ad incoronare i campioni veneti delle specialità. Sul traguardo di Dolo (Venezia), dopo aver attraversato anche gli altri Comuni della Riviera del Brenta (Mira, Stra e Fiesso d’Artico), trionfano Stefano La Rosa (Carabinieri) e Anna Incerti (Fiamme Azzurre). La Rosa si è imposto in 1h04’40”, stesso tempo di cui è stato accreditato il tunisino Atef Saad, arrivato al fianco dell’atleta toscano. Terzo il vicentino Pietro Sartore (Vicenza Marathon) che si è così aggiudicato il titolo regionale assoluto (1h07’15”) davanti a Paolo Zanatta (Trevisatletica, 1h07’26”) e al bellunese di maglia padovana  Lorenzo Da Rin De Monego (Cus Padova), cui è andato il titolo promesse. Anna Incerti ha fatto gara solitaria, chiudendo in 1h14’50”, davanti alla trevigiana Valentina Bernasconi (Atl. Mogliano, 1h19’44”) e alla bellunese Sara Mazzucco (Dolomiti Belluno, 1h19’57”), vincitrici rispettivamente del titolo regionale assoluto e di quello promesse. Ventuno le maglie di campione veneto assegnate: 12 maschili e 9 femminili. Oltre 1400 gli atleti al traguardo: un gran ritorno per uno degli appuntamenti più classici della stagione veneta su strada.

I nuovi campioni veneti di mezza maratona. UOMINI. Assoluti: Pietro Sartore (Vicenza Marathon) 1h07’15”. Promesse: Lorenzo Da Rin De Monego (Cus Padova) 1h09’16”. SM35: Matteo Penazzato (Atl. Riviera del Brenta) 1h13’15”. SM40: Paolo Zanatta (Trevisatletica) 1h07’26”. SM45: Matteo Gobbo (Atl. Biotekna) 1h12’57”. SM50: Christian Salvador (Running Team Conegliano) 1h18’54”. SM55: Gianluca Maiorano (I To Run Asd) 1h14’46”. SM60: Roberto Zattin (Limena Run Asd) 1h24’45”. SM65: Virginio Trentin (Atl. San Biagio) 1h23’03”. SM70: Gioachino Monni (Runners Padova) 1h34’15”. SM75: Giorgio Marchesano (Marunners) 2h10’36”. SM85: Carlo Vani (Marathon Cavalli Marini) 2h24’58”.

DONNE. Assolute: Valentina Bernasconi (Atl. Mogliano) 1h19’44”. Promesse: Sara Mazzucco (Dolomiti Belluno) 1h19’57”. SF35: Valentina Bernasconi (Atl. Mogliano) 1h19’44. SF40: Lisa Carraro (Vicenza Marathon) 1h23’59”. SF45: Silvia Tabacco (Atl. Vicentina) 1h29’58”. SF50: Barbara Trazzi (Gsd Mombocar) 1h25’02”. SF55: Giorgia Bocchetto (Running Club Venezia) 1h29’47”. SF60: Mirella Sarvese (Gp Monselicensi) 1h50’47”. SF65: Maria Stella Pizzini (Gsd Mombocar) 2h12’56”.

CLASSIFICHE COMPLETE  

………………………………………………..

NJERI E TAPPATA’ CONQUISTANO LA TREVISO MARATHON

Virginio Trentin è di un altro pianeta: M65 in 2h 55.16!!!

 treviso-marathon-2022-libro-femminile.jpg

Sono Simon Kamau Njeri (Run2gether) e Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona) i vincitori della 17^ Treviso Marathon, andata in scena oggi, domenica 27 marzo, nel capoluogo della Marca.

Sull’arrivo di Prato Fiera hanno concluso i 42,195 km in 2h15’37’’ e in 2h45’45’’. Prestazione super per la marchigiana, campionessa italiana 2021 della 100 km, che, oltre a migliorare il record personale, è giunta quarta in classifica generale. Sugli altri due gradini del podio, al maschile Tatiya Karbolo (Purosangue), il Masai che aveva provato un attacco al 22° km venendo poi ripreso, con 2h22’12’’, e il vicentino Edgardo Confessa (Team Km Sport) in 2h29’17’’ (record personale).

Tra le donne, secondo posto della croata Jasmina Iljas (Tk Marathon 95) in 2h56’56’’ e terza piazza di Elisa Turolo (Sportiamo) in 3h20’04’’. Apprezzato il percorso che, dopo lo start alle ore 9.30 da viale IV Novembre, ha attraversato il centro storico di Treviso, transitando poi nei comuni di Silea, San Biagio di Callalta, Roncade, Casale sul Sile e Casier, prima del ritorno a Treviso, con alcuni chilometri lungo il Sile, fino al traguardo di Prato Fiera. Ma quella di oggi è stata soprattutto una grande festa per i tanti partecipanti al via tra maratona, Radio Company Ten Miles e Radio Wow Run.

Quella di oggi è stata una bella giornata di sport, siamo ripartiti con il piede giusto. La Treviso Marathon ha offerto una buona organizzazione e buoni numeri, sia di partecipanti che di pubblico. Finalmente abbiamo visto tanti sorrisi e tanta voglia di correre. Anche il tutto esaurito della Radio Company Ten Miles dimostra quanto ci fosse voglia di correre”, ha commentato il vicepresidente federale Sergio Baldo.

Nelle gare promozionali anche la presenza di Igor Cassina, il ginnasta campione olimpico alla sbarra ad Atene 2004, che ha corso con la sorella Mara. Alla manifestazione hanno partecipato anche dodici atleti ucraini, dai 14 e i 19 anni (oltre ad alcuni coach accompagnatori) che soggiornano, inviati dalla Federazione Ucraina di atletica leggera, al collegio Brandolini Rota di Oderzo, grazie al supporto di Nuova Atletica Tre Comuni e Comune (foto Torres).

CLASSIFICHE

 treviso-marathon-2022-libro.jpg

…………………………………………………………………………………………

Treviso Marathlon e cultura: per i primi master il libro di Franco Piol 

Treviso Marathon non è solo sport, è anche cultura. I primi tre master maschili e femminili di ogni categoria riceveranno infatti in premio il libro di Franco Piol, intitolato “Racconti dall’aldiqua - Caleidoscopio d’amore in dodici scatti”, edito da AUGH! Edizioni.

 racconti-dallaldiqua.jpg

Un’opera nella quale lo scrittore di romanzi e racconti, autore e

regista di molti testi teatrali per ragazzi, “ritrae” gli ultimi, i suoi soggetti preferiti, gli emarginati, i paria - o, a volte, semplicemente i soggetti più deboli della società, come i bambini. Sono loro che destano la curiosità più viva dell’autore, che riesce a tratteggiarli con la levità di una favola, seppur a volte triste, che però regala quasi sempre un lieto fine. Franco Piol, di origini trevigiane, è anche ideatore del sito www.atleticatrevigiana.it, punto di riferimento per gli atleti trevigiani di ieri e di oggi.   

tribuna_domenica_27_marzo_2022.png

………………………………………………………………………………………….

 

MEMORIAL “ANTONIO TOMASI”, LA CARICA DEGLI 800   

 

Ieri, a Cavriè di San Biagio di Callalta, lassegnazione dei titoli regionali giovanili di corsa su strada. Vittorie per Fabio Kleiss (Atl. Mogliano) e Denise Marinello (Atl. Jesolo Turismo) tra i cadetti

 

(28.03.22) Il memorial Antonio Tomasi” ha festeggiato la trentesima edizione in una domenica che, in concomitanza con la seconda prova del Grand Prix Giovani, ha visto al via quasi 800 atleti provenienti da tutto il Triveneto. Sulle strade di Cavriè di San Biagio di Callalta (Treviso) sono stati assegnati i titoli veneti under 16 di corsa su strada, una rassegna che ha premiato Fabio Kleiss (Atl. Mogliano) e Denise Marinello (Atl. Jesolo Turismo) tra i cadetti e Alessandro Vitalino (La Fenice 1923 Mestre) e Linda Jacqueline Pies Perez (Pol. Gazzera Olimpia Chirignago) nella categoria ragazzi. La manifestazione, sino alla categoria allievi, era anche valida come campionato trevigiano: le maglie di campione provinciale sono andate a Federico Morona (Team Treviso) e Lorenza De Noni (Atl. Silca Conegliano) tra gli allievi, al già citato Kleiss e Chiara Padoin (Eurovo Atl. Pieve di Soligo) tra i cadetti e a Tommaso Da Riva (Atl. Valdobbiadene) e Amelia Velo (Trevisatletica) tra le ragazze. Organizzato dallAtletica San Biagio, il memorial Antonio Tomasi, classica dinizio primavera tornata dopo la cancellazione delle ultime due edizioni a causa della pandemia, si è aperto con prove promozionali per la categoria esordienti e gli alunni delle scuole elementari. In chiusura di giornata, invece, due gare per il settore assoluto, vinte da Mihail Sirbu (Gs Quantin Alpenplus) e dallex azzurra Michela Zanatta (Atl. Ponzano). 

 

RISULTATI. MASCHILI. Juniores/promesse/seniores (5000 m): 1. Mihail Sirbu (Gs Quantin Alpenplus) 1523, 2. Okba Seddik (Atl. San Biagio) 1530, 3. Francesco Da Vià (Gs La Piave 2000) 1547Allievi (3000 m): 1. Nicolas De Lorenzi (Gs Quantin Alpenplus) 904, 2. Federico Morona (Team Treviso) 906” (campione provinciale trevigiano), 3. Giovanni Lops (Atl-Etica San Vendemiano) 914.   Cadetti (3000 m): 1. Fabio Kleiss (Atl. Mogliano) 944” (campione regionale e provinciale trevigiano), 2. Alessio Reato (La Fenice 1923 Mestre) 946, 3. Alessio Pollazzon (Atl. Biotekna) 949.  Ragazzi (1500 m): 1. Alessandro Vitalino (La Fenice 1923 Mestre) 351” (campione regionale), 2. Tommaso Da Riva (Atl. Valdobbiadene) 406” (campione provinciale trevigiano), 3. Nicolò Pillon (Atl. San Biagio) 420

FEMMINILI. Juniores/promesse/seniores (3000 m): 1. Michela Zanatta (Atl. Ponzano) 950, 2. Valentina Bernasconi (Atl. Mogliano) 1007, 3. Laura Mazzoleni Ferracini (Atl. Dolomiti Belluno) 1016Allieve (3000 m): 1. Lorenza De Noni (Atl. Silca Conegliano) 1046” (campionessa provinciale trevigiana), 2. Elisa Maglione (Atl. Ponzano) 1051, 3. Federica Pranovi (Atl. Riviera del Brenta) 1057Cadette (2000 m): 1. Linda Minigutti (Lib. Friul Palmanova) 823, 2. Denise Marinello (Atl. Jesolo Turismo) 904” (campionessa regionale), 3. Chiara Padoin (Eurovo Atl. Pieve di Soligo) 905” (campionessa provinciale trevigiana). Ragazze (1000 m): 1. Linda Jacqueline Pies Perez (Pol. Gazzera Olimpia Chirignago) 258” (campionessa regionale), 2. Amelia Velo (Trevisatletica) 258” (campionessa provinciale trevigiana), 3. Viola Longo (Atl. Jesolo Turismo) 301RISULTATI COMPLETI

 

    

 

 

…………………………………………………..

…………………………………………………..